Le lumache protagoniste di “Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza” trascorrono il loro tempo in un prato chiamato Paese del Dente di Leone, affrontando ogni attimo con calma e chiamandosi tra di loro “lumaca”.
In un prato vicino a casa tua o a casa mia viveva una colonia di lumache sicurissime di trovarsi nel posto migliore del mondo.
Nessuna di loro si era mai spinta fino al limitare del prato, né tanto meno fino alla strada asfaltata che iniziava proprio là dove crescevano gli ultimi fili d’erba.
E siccome non avevano viaggiato non potevano fare confronti, quindi ignoravano che per gli scoiattoli il posto migliore era sulla cima dei faggi, o che per le api non c’era posto più piacevole delle arnie di legno disposte in fila dall’altra parte del prato.
C’è però una di loro a cui non piace non avere un nome e vorrebbe capire il motivo di tanta lentezza.
Nonostante il rimprovero da parte delle amiche, che non approvano questo suo modo di fare, lei parte alla scoperta della vita incontrando sul suo percorso tanti animali che le insegneranno il valore delle cose e l’accompagneranno verso il raggiungimento della libertà.