Ieri 23 novembre, sotto la pioggia, a Milano dove lavorava se n’è andato Andrea Gussoni (detto Pilone o “Gaban”). Era mio cugino e siamo cresciuti insieme a giocare a pallavolo od alle carte con gli amici e non esito a dire che gli voglio tanto bene.  Se n’è andato mentre faceva sport e lo ha fatto in silenzio prendendo tutti alla sprovvista.  Abbiamo pensato fosse una delle sue battute, magari, ma purtroppo no!  Andrea e le sue passioni: la Juventus, la pesca, la cucina, Pontremoli e soprattutto la Renata, sono un mondo stravolto da questa notizia che ci lascia senza fiato e con le lacrime. Il suo modo di essere una persona unica: simpatico, gioviale, disponibile ed anche responsabile, lo ha contraddistinto nella vita e ce lo farà ricordare per sempre. Ce lo ricorderemo sempre col sorriso.
Ci mancherai Pilo!  Grazie per ogni gesto che ci hai dato e ciao!!!

DISPERATO -dedicato a Andrea-
Non ho mai capito se la disperazione trovi origine dal nostro intimo. Nasce dal saper di dover morire o dalla paura di dover morire? Come posso fare a non essere disperato?
Mi trovo a fatica in questo mondo, un mondo fatto di tempo; tempo che non basta mai: non basta per le nostre passioni non basta per vivere i sogni non basta per chiudere tutte le porte! Il tempo ce l’hanno regalato, qual’è allora il senso della vita?
Non voglio più tempo, non credo nel disegno superiore e penso che disperarsi sia inutile eppure sento il vuoto di un addio nel freddo contatto carnale mentre piango in una stanza grigia.
Una stanza con un crocifisso che non mi sembra sorridere mentre lo prego con forza per un miracolo, impossibile, per avere un perdono totale che ridoni vita al suo sorriso. Il tempo farà anche il suo dovere e vivere il dolore ci appartiene ma come combattere la disperazione di una vita piena d’entusiasmo che lascia il posto al nulla e ci costringe a vivere il passato?
Non prendo un taxi senza destinazione e non scendo quando decidono gli altri.
Solo l’amore regalato e vissuto segna il tempo come le stelle il cielo, per questo il tuo ricordo vive nel vento; un vento che spinge le nostre azioni in un tempo limitato e sbandato un tempo che combatto contro la disperazione.