22Cambiamenti, è un romanzo che può agilmente rientrare nel genere del racconto di formazione ma che in realtà affronta temi ben più complessi e vari, fra cui il cambiamento economico e di mentalità della Cina nel passaggio dal regime maoista fino all’ingresso nel nuovo Millennio con la consapevolezza che il mondo sta cambiando e non si può restare indietro.

Il libro infatti racconta un paese vasto e complesso come la Cina attraverso la vita di un gruppo di amici, fra cui anche l’autore si inserisce, narrando i percorsi e i pensieri in prima persona. Cambiamenti parte dalla prima adolescenza di un gruppo di amici, nel 1969, anni in cui il comunismo maoista sembrava l’unica via possibile per affrontare il futuro. Attraverso le vite e i percorsi, prima scolastici e poi lavorativi, dei protagonisti del libro, Mo Yan affronta senza falsi pudori e con sincerità quarant’anni di storia, dal 1969 fino al 2009. Pur non essendo un saggio, questo libro aiuta chi lo legge a capire in maniera profonda e ad avvicinarsi alla mentalità e alla scelta della Cina di aprirsi al cambiamento e così di modificare la società dandole un’impronta più capitalistica, soprattutto nei contesti urbani e metropolitani.
Un libro che affronta le divergenze e i punti di contatto fra una tradizione forte e salda e le nuove spinte consumistiche che hanno trasformato il volto della Cina, scritto con uno stile allo stesso tempo leggero eppure ricco di contenuti e spunti per capire meglio la società cinese.