Berceto è un comune della Provincia di Parma che si trova ad una altezza di 810 mt slm, sotto il Passo della Cisa sul lato destro della valle del torrente Manubiola. Berceto si può raggiungere con l’autostrada A15 da Parma e da La Spezia oppure in Ferrovia con fermata alla stazione di Berceto-Ghiare, ma Berceto è famosa, soprattutto, per essere collocata lungo la strada SS62 della Cisa nella quale Enzo Ferrari gareggiava coi suoi prototipi (a lui è dedicato il poggio che sovrasta il borgo). Berceto ha un territorio molto bello e da scoprire dal punto di vista ambientale e dal punto di vista storico, ricordiamo il borgo di Corchia, il passo della Cisa (che porta a Pontremoli), il passo Sillara (che porta a Corniglio), il borgo di Castellonchio ad 8 Km sulla SS62 e poi i due torrenti : il Baganza ed il Manubiola. Berceto, ultima tappa della via Francigena, prima del valico dell’Appennino, è da segnalare per essere un’attrezzata località di soggiorno estivo, ottimo punto di partenza per escursioni montane e per entrare nel Parco Nazionale dell’Appennino od in quello reg.le dei Cento Laghi.

Berceto, comune di circa 2.300 abitanti della provincia di Parma, è il paese della montagna parmense più vicino al mare. È sempre stato un importante centro di comunicazione in quanto è situato sulla via Francigena e proprio per questo l’antico borgo conserva il carattere e le atmosfere tipiche del medioevo, con case in pietra, palazzi dei secoli XII-XVII e ruderi di un castello. Così in questa località è sorto nel XII secolo un importante Duomo (dedicato a San Moderano), che nel corso dei secoli ha subito vari rimaneggiamenti. Della struttura originaria restano la planimetria, l’impronta della facciata (rifatta nell’800), parti delle absidole tonde, i due pilastri che delimitano il presbitero, la lunetta del portale in facciata con la Crocefissione, l’architrave coi Vizi Capitali e i due telamonici delle mensole; sculture eseguite probabilmente da un lapicida locale. Il grandioso interno, di sapore ligure-toscano, risale al ‘400-‘500. Da notare una ricca ancona lignea contenente la Madonna del suffragio di Francesco Della Nave (1671).
Nei dintorni di Berceto si trova Corchia raro esempio di nucleo medioevale rimasto quasi inalterato con stretti vicoli selciati e case costruite in pietra con tetti in lastre d’arenaria ed il borgo di Casacca splendido esempio di edilizia rurale che ti lascia con tanto stupore (come il FAI ha dimostrato). Lungo la Fondovalle Taro, a picco sul fiume sorge la torre del castello di Pietramogolana, costruita nel 1210 con compiti di avvistamento e difesa. Non ci si può scordare, infine, che al Passo della Cisa sorge il Santuario della Madonna, meta di campioni dello sport e dove si celebra una popolare sagra di merci e prodotti.
I personaggi famosi legati a Berceto sono il religioso San Moderano, il condottiero Pier Maria II de Rossi, lo scrittore Luigi Malerba ed il mitico Enzo Ferrari.
Per concludere bisogna ricordare che il territorio del comune di Berceto è compreso nell’area di produzione del parmigiano Reggiano ed è ricco di ottimi funghi.
La consueta segnalazione, per stare bene a tavola : trattoria Pasquinelli, cucina casalinga semplice e genuina con prezzo adeguato.